Filtri disidratatori serie SC..SHC

I filtri disidratatori sono considerati “Recipienti” secondo quanto definito nell’Articolo 2, paragrafo 2, della Direttiva PED 2014/68/EU e sono oggetto dell’Articolo 4, paragrafo 1, lettera (a), della medesima Direttiva. Tutta la serie è stata progettata per l’utilizzo coi refrigeranti idrocarburi R290 (Propano), R600 (Butano), R600a (Isobutano), R1270 (Propene) ovvero appartenenti al Gruppo A3 come indicato nell’Appendice E della norma EN 378-1 e classificati dall’articolo 13, paragrafo 1, lettera (a), della Direttiva PED 2014/68/EU come appartenenti al Gruppo 1.

La funzione del filtro disidratatore è quella di proteggere l’impianto da umidità, acidi e contaminanti solidi. La presenza di umidità può essere causa della formazione di ghiaccio, di una riduzione di efficienza dell’impianto e della formazione di acidi con conseguenti danni al compressore.

Costruzione

Tutta la serie ha corpo e testata realizzati in acciaio UNI EN 10130 – DC04. L’assemblaggio delle due parti avviene mediante saldatura MIG oppure TIG senza apporto di materiale, realizzando così un unico corpo molto resistente e senza discontinuità. In questo tipo di filtri la carica disidratante non è sostituibile ed è composta da un blocco unico e compatto di sferette di setaccio molecolare da 3 Å. E’ presente inoltre un particolare tipo feltro che permette un filtraggio meccanico, offrendo la minima resistenza al moto del fluido a vantaggio dell’efficacia di disidratazione.

Installazione

Per ottimizzare le prestazioni del filtro si consiglia di montarlo con asse longitudinale in verticale e con la freccia rivolta verso il basso. Data l’importanza dei filtri all’interno dell’impianto si consiglia di prevedere una manutenzione programmata per verificare il corretto funzionamento del sistema.