Valvole di ritegno serie CV / CV..HD PLUS

Le valvole di ritegno sono considerate “Accessori a pressione” secondo quanto definito nell’Articolo 2, paragrafo 5, della Direttiva PED 2014/68/EU e sono oggetto dell’Articolo 4, paragrafo 1, lettera (c), della medesima Direttiva. Tutta la serie è stata progettata per l’utilizzo con fluidi classificati dall’Articolo 13, paragrafo 1, lettera (a) e lettera (b), della Direttiva PED 2014/68/EU come appartenenti rispettivamente al Gruppo 1 e 2, con riferimento al Regolamento (CE) No 1272/2008 ed in accordo con la classificazione di sicurezza A1, A2L nell’Annex E della norma EN 378-1:2016. Sono un esempio i fluidi refrigeranti:

– HFC R32, R134a, R404A, R407C, R410A, R507;

– HFO R1234yf, R1234ze e miscele HFC/HFO R448A, R449A, R450A, R452A, R452B, R445A, R454B, R454C, R513A.

La funzione delle valvole di ritegno e quella di garantire il passaggio unidirezionale del flusso di refrigerante attraverso le tubazioni.

Costruzione

  • COSTRUZIONE SERIE CV1 e CV3: Il corpo e il nipplo sono realizzati da barra in ottone UNI EN12164 – CW614N e le connessioni a saldare sono in tubo di rame EN12735-1-CuDHP. La guarnizione dell’otturatore, in PTFE modificato, unisce robustezza a un’eccellente tenuta alle alte temperature; la molla che insiste sull’otturatore è in acciaio inox austenitico AISI 302. La tenuta tra corpo e nipplo e affidata ad un anello di tenuta in HNBR.
  • COSTRUZIONE SERIE CV2 e CV4: Le differenze con le precedenti sono il corpo e la flangia realizzati in ottone forgiato a caldo EN12420 – CW617N e la guarnizione di tenuta, tra corpo e flangia, che è realizzata, in alcuni modelli, in fibre aramidiche esenti amianto approvate DIN-DVGW in accordo con DIN3535 – parte 6 FA, e in altri è in HNBR.
  • COSTRUZIONE SERIE CV..HD: La serie HD differisce dalla serie standard per l’impiego di una molla con rigidezza maggiore che aumenta il Differenziale di Pressione Minimo di Apertura: ciò rende il funzionamento della valvola meno sensibile alla fluttuazione delle portate transitorie in fase di avviamento e spegnimento del compressore, evitando l’innesco di rumorose risonanze del flusso. Questa caratteristica rende le valvole serie HD particolarmente adatte all’installazione in prossimità del compressore ed in impianti con motori azionati da inverter.

Installazione

Durante l’installazione della valvola assicurarsi che la direzione della freccia corrisponda con il senso del flusso. Si consiglia di installare le valvole della serie CV1 e CV3 con asse verticale e la freccia rivolta verso l’alto; sono tollerabili installazioni con asse longitudinale inclinato o orizzontale. L’installazione all’impianto delle valvole serie CV2 e CV4 deve avvenire con l’asse longitudinale giacente in un piano orizzontale e con il coperchio rivolto verso l’alto, inoltre solo per questa serie e necessario smontare tutti i componenti rimovibili dalla valvola e qualora la guarnizione non dovesse restare sul coperchio, rimuoverla manualmente dal corpo. Il collegamento all’impianto delle valvole a saldare deve essere eseguito con una lega a basso punto di fusione. Durante la saldatura evitare comunque di dirigere la fiamma direttamente verso il corpo, lasciando che quest’ultimo si raffreddi per convezione naturale in aria.