Rubinetti a cappellotto serie CSV PLUS

I rubinetti a cappellotto sono considerati “Accessori a pressione” secondo quanto definito nell’Articolo 2, paragrafo 5, della Direttiva PED 2014/68/EU e sono oggetto dell’Articolo 4, paragrafo 1, lettera (c), della medesima Direttiva. Tutta la serie è stata progettata per l’utilizzo con fluidi classificati dall’Articolo 13, paragrafo 1, lettera (a) e lettera (b), della Direttiva PED 2014/68/EU come appartenenti rispettivamente al Gruppo 1 e 2, con riferimento al Regolamento (CE) No 1272/2008 ed in accordo con la classificazione di sicurezza A1, A2L nell’Annex E della norma EN 378-1:2016. Sono un esempio i fluidi refrigeranti:

– HFC R32, R134a, R404A, R407C, R410A, R507;

– HFO R1234yf, R1234ze e miscele HFC/HFO R448A, R449A, R450A, R452A, R452B, R445A, R454B, R454C, R513A;

E’ inoltre possibile impiegare questi prodotti della serie PLUS con i refrigeranti idrocarburi HC quali:

– R290, R600, R600a, R1270;

appartenenti al Gruppo 1, così come definito dall’Articolo 13, paragrafo 1, lettera (a) della Direttiva PED 2014/68/UE, con riferimento al Regolamento (CE) No 1272/2008 ed in accordo con la classificazione di sicurezza A3 nell’Annex E della norma EN 378-1:2016. La funzione dei rubinetti a cappellotto è quella di intercettare il passaggio del fluido per isolare una porzione dell’impianto e consentire le manovre di manutenzione.

Costruzione

Il corpo valvola è realizzato in ottone forgiato a caldo UNI EN 12420 – CW617N mentre l’asta di manovra è in acciaio zincato. Un pacchetto composto da guarnizioni in gomma cloroprene e guarnizioni in fibre aramidiche, approvate da DIN-DVGW secondo la norma DIN 3535, parte 6 FA, garantisce un’ottima tenuta verso l’esterno in una zona non direttamente a contatto con il fluido, tra l’asta di manovra e il premistoppa; invece la tenuta tra il gruppo vitone e il corpo, a contatto diretto con il fluido, è assicurata da una guarnizione in HNBR.

Installazione

Leggere attentamente le istruzioni di installazione contenute nell’imballo del prodotto. Per i modelli CSV..S è necessario smontare il gruppo ghiera porta asta, agendo sull’esagono indicato, prima di saldobrasare il corpo all’impianto. Il collegamento dei rubinetti all’impianto deve essere eseguito con una lega a basso punto di fusione. Durante la saldatura evitare di dirigere la fiamma direttamente verso il corpo per evitare residui di combustione sulle sedi di tenuta.